CHO Counting o meglio…come conto i carboidrati? Ecco una piccola guida!

Tra le miriadi di domande che imperversano nella mente del neo diabetico ce n’è sicuramente una predominante: – “come farò a mangiare d’ora in poi?”

Il diabete insulino dipendente infatti intacca la sfera energetica, culturale, sensoriale ed affettiva più cara a noi italiani rinomati buone forchette: il cibo! Da fonte di sostentamento e sinonimo di convivialità, il cibo rischia di diventare nemico primario. Questa fonte di insicurezze e paure potrebbe essere il preludio di isolamento, senso di inadeguatezza e – nei casi più gravi – di disturbi alimentari.

Per non incorrere in privazioni e rinunce vi voglio scrivere degli accorgimenti di base che mi hanno aiutata quando mi sentivo sola e persa di giovedì davanti agli gnocchi e al dubbio sulle unità di insulina da iniettarmi.

Primo step: salvate la tabella che ho creato per voi, stampatela e svolgete i calcoli!

Impariamo a conoscere il nostro diabete perché sappiamo bene che ognuno di noi ha un fabbisogno insulinico giornaliero differente e da questo deriva il nostro personalissimo rapporto insulina carboidrati. Conoscerlo è fondamentale per calcolare l’insulina da iniettare a pasto.

Secondo step: la conta dei carboidrati. Cos’è?

È un metodo scientifico validato dall’Equipe Medica di Medicina e Diabetologia come alleato della persona con diabete nella pianificazione dei pasti. Applicandolo otteniamo la somma dei CHO che andremo ad assumere e questo ci permette di iniettare la quantità esatta di insulina utile a metabolizzarli.

Come faccio ad applicarlo?

Immaginiamo di trovarci a tavola. Osserviamo insieme il pasto servito!

Dobbiamo imparare a riconoscere quali alimenti contengono i carboidrati o zuccheri e che tipo di carboidrati sono in essi contenuti (monosaccaridi, disaccaridi, polisaccaridi).

Per essere ben bilanciato troveremo sicuramente un primo piatto, un secondo, un contorno di verdure ed un frutto. Il primo sarà rappresentato da del pane o della pasta, oppure da cereali e derivati. Il secondo potrà essere della carne o del pesce, del formaggio oppure dei legumi. La verdura e la frutta di stagione si presenteranno con tutta la loro carica cromatica e profumata.

Ora ragioniamo insieme: dove sono presenti i carboidrati?

Visivamente sappiamo che sono contenuti nel primo e nella frutta ma se abbiamo dei dubbi possiamo consultare:

  • le tabelle nutrizionali (www.inran.it nella sezione Tabelle di composizione alimenti)
  • la lettura delle etichette nutrizionali – sono di grande aiuto!
  • se l’avete andate a prendere il dietometro oppure se non lo avete richiedetelo nel vostro centro diabetologico di riferimento. In questo volume o libretto vi sono raffigurati gli alimenti e i grammi di carboidrati in essi contenuti.

Quante unità devo iniettarmi? Ok ci siamo, niente panico!

Riferimenti per i nuovi diabetici

1) vi aiuterà acquistare una bilancia portatile e portarla sempre con voi: diventerà presto il vostro braccio destro!

2) teniamo a mente che la pasta secca dei formati che si trovano al supermercato (pennette, rigatoni, farfalle, orecchiette etc) pesano da 1 a 2 g circa. Normalmente contengono dai 60 (integrale) ai 70 g di carboidrati su 100 g. Contate quanta pasta avete nel piatto e svolgete il calcolo della tabella che si chiama “conteggio cho alimento”.

Vi crea imbarazzo fare questi ultimi passaggi?

Se la risposta è si, è del tutto normale e comprensibile! A nessuno piace sentirsi diversi e stressarti con calcoli, specialmente se siamo in ipo prima del pasto o abbiamo semplicemente fame. Per questo è fondamentale farlo fin dal principio e farlo sempre: col tempo diventeremo sempre più bravi e stimare i cho di un pasto sarà sempre meno pesante. 

3) il pane. Se siete fuori casa potete adottare questo stratagemma: prima di accendere la bilancia mettete un bicchiere. Poi mettete dentro (o sopra) il bicchiere il vostro pane e… pesatelo!

4) Se state per mangiare un panino imbottito la situazione è più complessa. Vi può certamente aiutare chiedere al rivenditore il peso del panino oppure fare esperienza a casa pesando autonomamente diverse pezzature di pane, così quando uscirete saprete orientarvi meglio.

5) la frutta: pesatela con lo stesso metodo del punto 3) e poi usate le tabelle nutrizionali per sapere la quantità di zuccheri presenti.

6) e per i dolci? Per i dolci dedicheremo un post a parte!

Questa è solo una piccola infarinatura.

Il mondo dell’alimentazione legato al diabete è vastissimo e sappiamo bene che non sono solo gli alimenti in sè a condizionare le unità di insulina da iniettarci: bisogna considerare il contesto!

“Come gestisco l’insulina se praticherò oppure ho praticato attività fisica?” “Perchè oggi ho mangiato 50 g di pasta con 2u e sono in iperglicemia mentre una settimana fa con gli stessi parametri avevo una glicemia perfetta?”

Sono solo alcune delle domande che ci si pone spesso. Vi dico: non odiamo i grafici a causa del cibo. Non facciamo sì che il nostro umore dipenda da essi. Ricordiamoci che la vita è meravigliosa e degna di essere vissuta appieno anche con un 200 mg/dL. Perchè la glicemia la possiamo “raddrizzare” con il dovuto bolo di correzione…ma i momenti non ritornano…! Riprenderemo spesso il discorso alimentazione nel blog e diventeremo insieme sempre più bravi!

Ecco una video-ricetta semplice e gustosa da provare a casa con la conta dei carboidrati. Buon appetito!

3 pensieri riguardo “CHO Counting o meglio…come conto i carboidrati? Ecco una piccola guida!”

  1. ciao, ho iniziato da poco la conta dei cho. con pasti semplici (es. pane+verdure miste + fettina di carne alla piastra) sta andando bene, ma con alcuni alimenti (tipo la ricotta) o con piatti più “elaborati” ho dei rialzi circa 4 ore dopo. da quello che sto studiando dipende dai grassi ma come si possono gestire? avete qualche suggerimento?
    su questo purtroppo il mio medico è poco empatico, risolve con “non lo mangiare”, la sua vision è vivere di insalata e poco più… grazie 🙂

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...